Casa Nemorense

Roma: servizi e attività. Guida ai servizi e alle imprese di Roma, mangiare, dormire divertirsi a roma

martedì, ottobre 03, 2006

Sahid Vs. CarlHulk


RESOCONTO DEL 3 OTTOBRE 2006

Sono entrato in aula già stanco: quella massa informe di zingari, che ogni volta mi vuole menare “per gioco”, neanche oggi mi ha dato la possibilità di arrivare a lezione alle 8. E questa cosa mi stressa perché quasi al buio devo attraversare campi ancora umidi e fangosi per poi aspettare che quella massa di persone (non paganti) salga sul primo treno. Dopo due ore posso finalmente prendere il treno successivo.

Questo è quindi lo spirito con cui inizio la giornata: NERO

(…e se il buongiorno si vede dal mattino…)

Ma oggi mi sento diverso, perché sto per rompere un altro mattone di quel muro invisibile che mi separa dalla realtà, una specie di televisore che mi fa vedere le cose e rimanere impassibile lì, al sicuro, dietro lo schermo.

Oggi mi smuovo da questa situazione di stallo, mosso probabilmente da quella che Carli ha chiamato “sensazione d’impotenza” (discussa e ironizzata ampiamente su blog, e-mail e sms…mancava solo la televisione).

Il mio resoconto non seguirà un ordine cronologico, né dettagliato, ma soggettivo.

Carli oggi ha detto: “Viene un medico a cena a casa mia e mi dice che sono pallido…maa vaffanculo…”. L’anno scorso ho capito bene che le emozioni non dicono “perdindirindina” o “accidenti”, ma “cazzo”. Ma perché questa aggressività nei confronti di un proprio ospite, perché mandare quasi apertamente a “quel paese” un amico che ti dice: “riguardati, sei pallido”; perché mandarci pure quell’altro che dice: “UHU, sei uno psicologo, allora sai già come sono fatto” nonostante la frase pare essere piuttosto da idiota, visto che poi se un poveraccio ospite del Carli che inizia le frasi con “sinceramente”, già viene catalogato come racconta-balle? Allora è vero che Carli l’ha già squadrato! Cosa c’è che non lo permette al medico che dà un consiglio, ma lo permette al Carli?

Potrebbe trattarsi di una deformazione professionale, ma il Carli non era il principe del “tirarsi fuori”? E allora? Non è un controsenso?

Perché non godersi la serata bevendosi la Malvasia istriana ( “così sto bene e penso che Dio mi vuole bene”) o un raro vino francese?

Un altro punto importante emerso è quello del “NO!”, come prima parola dell’intervento. Per me non è un patetico e quasi impossibile tentativo di smentire il professore, ma più semplicemente un tipo di intervento, di dibattito: se intervengo con un “no”, con un “ma”, o con un “però”, lo faccio perché mi sembra più costruttivo, per me. E’ tramite questo “contrasto” che magari riesco ad acquisire delle categorie. Che senso avrebbe dire sempre “si” o ripetere la frase del professore…

Un’ultima cosa: se invito un amico a cena e questi dice: “devo dire che ho mangiato bene”, potrebbe essere un semplice intercalare, come il “sinceramente” di prima, e non per forza un “de solito magno demmerda, oggi no” …

Allontaniamoci da quel cavolo di stereotipo di psicologo che in ogni situazione studia tutto o tutti, e che spaventa tanto la gente.

Sahid

16 Comments:

  • MITICO TANCRE'...SEI UN GRANDE..L'HO SEMPRE SAPUTO..MA QST NN TOGLIE CHE DEVI COMUNQUE SMENTIRE LA VOCE CHE GIRA SULLA TUA IMPOTENZA FACENDO QLL CHE MI HAI PROMESSO...UNA PROMESSA è UNA PROMESSA!!!!
    MARIANNA

    By Anonymous Anonimo, at 6:14 PM, ottobre 03, 2006  

  • regà domani glielo devo leggere...quello me apre in due come una cozza...

    By Anonymous SAHID, at 6:21 PM, ottobre 03, 2006  

  • MA DAVVERO????ALLORA DOMANI LA SEGUO DI SICURO!!!!!SONO CON TE TACRE'!!!!!
    MARIANNA

    By Anonymous Anonimo, at 6:28 PM, ottobre 03, 2006  

  • portate scopa, paletta e sacchi dell'immondizia...domani dovrete raccogliere i miei pezzi

    By Anonymous SAHID, at 6:30 PM, ottobre 03, 2006  

  • Il Carli ti direbbe che la parola "mangiare" in effetti suggerisce fantasie di sesso orale, sopratutto omosessuale...

    Il che non deporrebbe a tuo favore tancrè...dopo la storia dell'impotenza....

    Il faggiano di Via Dei Marsi.

    By Anonymous Il Faggiano di Via Dei Marsi, at 7:53 PM, ottobre 03, 2006  

  • coraggio, siamo con te, vedrai che ci riesci *__*

    By Anonymous Sivi, at 11:05 PM, ottobre 03, 2006  

  • a tancrè... nel fotomontaggio ti ho messo in posizione dominante.. ma me sa che domani so cazzi amari pe te...
    In ogni caso ne vedremo delle belle :-)

    By Anonymous IrtimiD, at 11:37 PM, ottobre 03, 2006  

  • Questo professor Carli, dalla tua descrizione, parrebbe un tipo abbastanza saccente e convinto che lui sia lui e gli altri non siano un cazzo (Sordi dixit). Come tu hai puntualmente specificato, però, la tua è una descrizione soggettiva. posso confermarlo, in quanto il suddetto Carli è mio zio. E' una persona squisita e a modo e io lo stimo in maniera emiflua, sapanea e vagamente laziale. Ciao tancre'. Antani. p.s. un bacio al lavandino.

    By Anonymous La supercazzola VS la sensazione d'impotenza, at 2:15 PM, ottobre 04, 2006  

  • a supercazzola, bada che anche il tuo di giudizio è soggettivo...quindi, non te la prendere se ti correggo, ma avresti dovuto scrivere: il mio perere è...ecc. specificando che parli da nipote, non ti pare?
    del resto lo stesso renzo parla di quanto il cambiamento di contesto e di ruolo possa far emergere caratteristiche diverse per ciascuno....

    By Blogger Francesco, at 5:06 PM, ottobre 04, 2006  

  • maddai...ma non me l'ha fatto leggere...glielo mando via e-mail, MA se non mi risponde perde completamente di significato...cazzo...cazzo...cazzo cazzo cazzo...che palle.
    in più mi ha incastrato...io non lo volevo fare un altro resoconto...
    uffa zio Renzo...così non vale...è un colpo basso...e poi...indirettamente oggi mi ha dato dell'erotomane...perché mi piace litigare...beh, meglio di impotente...BAH...tanto ho montato la sua voce che dice "ci dovrebbe entrare dentro questo naif"...dovrò registrare altre sue frasi...così stamo pari...bella

    By Anonymous SAHID, at 6:04 PM, ottobre 04, 2006  

  • DAI TANCRè NN TE LA PRENDERE...SONO CONVINTA CHE IL CARLI NN TI ABBIA DATO LA POSSIBILITà DI LEGGERE IL TUO RESOCONTO PERCHè ALTRIMENTI SI SAREBBE RESO CONTO CHE L'IMPOTENTE è LUI..GLI SAREBBE CROLLATO UN PEZZO DI MURO COSTRUITO SU QLL CERTEZZE CHE SI è COSTRUITO...LO TROVO ARROGANTE..TROPPO..FORSE HA ANCHE RAGIONE..FORSE LE COSE CHE DICE SONO GIUSTE MA IL MODO IN CUI LE DICE MI FA AVVELENARE....QLL CHE DICO è VERO O FALSO??NEGATIVO O POSITIVO...OPS..SCUSATE...HO UTILIZZATO CATEGORIE SBAGLIATE...è GIUSTO O SBAGLIATO..???
    MARIANNA

    By Anonymous Anonimo, at 6:25 PM, ottobre 04, 2006  

  • PERCHE' RIDURRE LA VITA A VERO-FALSO...LA VITA NN E' O BIANCO O NERO, LA VITA E' UN INFINITO SPETTRO DI COLORI...NN BUONO-CATTIVO...ZIO rENZO, TE SENTO UN PO' RIDUTTIVO...SPARACI ALTRE CATEGORIE...PER FAVORE...

    By Anonymous SAHID, at 6:31 PM, ottobre 04, 2006  

  • PERCHE' RIDURRE LA VITA A VERO-FALSO...LA VITA NN E' O BIANCO O NERO, LA VITA E' UN INFINITO SPETTRO DI COLORI...NN BUONO-CATTIVO...ZIO RENZO, TE SENTO UN PO' RIDUTTIVO...SPARACI ALTRE CATEGORIE...PER FAVORE...

    By Anonymous SAHID, at 6:32 PM, ottobre 04, 2006  

  • Uhm.. in effetti non credo che il problema sia l'infinito spettro, se lo intendi come l'infinità delle posizioni intermedie tra vero e falso.... Il vero problema è che vero e falso non sono sufficienti come categorie per impostare una qualsiasi azione... ora quasi quasi ci scrivo su un post.

    By Anonymous IrtimiD, at 8:49 PM, ottobre 04, 2006  

  • Tancre' ero andrea. non è vero che è mi zio, eh! ;-)

    By Anonymous la supercazzola VS la sensazione d'impotenza, at 9:07 PM, ottobre 04, 2006  

  • gne gne gne...lo so che eri andrea...chi altro poteva dare un bacio al mio lavandino, se non chi c'aveva vomitato dentro otturandolo...
    eh eh eh...

    By Anonymous SAHID, at 12:57 PM, ottobre 06, 2006  

Posta un commento

<< Home